opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

Dal suono al segno

Dal suono al segno

Cesarino Ruini

Sabato 9 marzo 2013, ore 17 - Biblioteca Armando Gentilucci
Dal suono al segno

Cesarino Ruini, relatore
Sacri Concentus Cantores
Primo Iotti, direttore

Il segno (neuma) utilizzato nei primi manoscritti musicali, risalenti al nono secolo, è la proiezione, vergata sulla pergamena, di un evanescente fenomeno vocale. Esso mira cioè ad imitare col disegno la realtà del suono, a tradurre la melodia in un gesto, proponendo agli occhi del cantore una rappresentazione del movimento melodico. Il gesto scritto fa appello all’ immaginazione e in tal modo si propone di coadiuvare la memoria di quella fisicità, cui per secoli viene affidata la trasmissione orale di un vasto repertorio di canti.

La scrittura della musica occidentale dunque è in origine una struttura che mantiene un rapporto con l’oralità e che solo successivamente ricorre alla dimensione speculativa per dotarsi dei rapporti di ordine e di misura necessari ad una compiuta definizione dei sempre più complessi procedimenti compositivi che essa ha innescato. Sebbene, infatti, nella sua essenza la musica non sia fatta per essere scritta, ma sia destinata a trascendere anche il sistema di notazione più perfezionato, si può giungere a “trascrivere” alcuni suoi elementi graficamente cristallizzati nella dimensione del tempo e dello spazio, lungo gli assi rispettivamente orizzontale e verticale di un immaginario piano cartesiano.

Programma:

Dominus dixit ad me – Introito della Messa della notte di Natale
Iustus ut palma florebit – Graduale dal Comune dei Santi
Victimae paschali laudes – Sequenza del giorno di Pasqua
Veni, creator Spiritus – Inno di Pentecoste

Fa parte di

L'Orecchio del Sabato 2013

Altri appuntamenti